La radioestesia

20151031_101827

La Radioestesia è stata definita “l’arte di scoprire, grazie al pendolino, alla bacchetta o al biotensor, ciò che è nascosto alle facoltà normali, ma la cui esistenza è reale” .
E’ una parola derivata dal latino “radius” (raggio) e dal greco “àistesis” (sensibilità) quindi il significato letterale del termine è sensibilità alle radiazioni, la nostra.
E’ un’indagine olistica.
E’ lo strumento per entrare in contatto con il Sè superiore.
E’ un’arte, applicarla è una scienza.
Il pendolo, come la bacchetta e il biotensor, sono i mezzi attraverso i quali il sensitivo esprime le proprie percezioni e metodi di diagnosi.

Cenni storici della radioestesia
La radioestesia è un’antichissima disciplina usata dalla Chiesa per le costruzioni delle cattedrali, individuando posti privi di radiazioni nocive che aiutassero i pellegrini nella preghiera e nella elevazione spirituale.
Ma l’epoca in cui si iniziò a praticare la radioestesia orientativamente risale al 2500 avanti Cristo, in Oriente, ma possiamo risalire fino agli Egizi.
Nel medioevo veniva applicata per scoprire giacimenti sotterranei di minerali.
Agli inizi dell’800 suscitò l’interesse di molti personaggi di rilievo.
La culla della radiestesia, in particolare quella medica, è la Francia da cui si è diffusa progressivamente in Europa e in America.
Nei primi del ‘900 è nata una branchia della radioestesia, detta Radionica, che usa particolari circuiti di tipi elettrico, ma senza elettricità, abbinati alla sensibilità radiestesica tattile dell’operatore.

Come si svolge
In teoria tutti protremmo essere radioestesisti ma per alcune ragioni può essere ridotta questa capacità quali la poca pratica, quindi fondamentale è la perseveranza, e tenere presente che gli errori fanno parte del processo di apprendimento.
Non adoperare lo strumento in stato di stanchezza o di stress e non bisogna farsi distrarre da influssi dell’ambiente circostanze.
Inoltre bisogna tenere a mente i seguenti consigli: più si è sensibili e più saranno precisi i risultati; usare lo strumento solo per educazione spirituale, autentica ricerca della verità e in modo disinteressato per aiutare gli altri quindi non agendo mai seguendo impulsi egoistici; non adoperarlo mai per conoscere il futuro; controllare sempre, quindi facendo domanda per controprova ma non facendola mai più volte, e non dare mai per scontato.
L’umiltà, la riconoscenza e il rispetto verso le forze cosmiche con le quali si entra in contatto devono essere sempre parte integrante del lavoro del radioestesista. Infatti il proprio livello di evoluzione spirituale si riflette sui risultati.
Ultimi accorgimenti: radioestesista e soggetto analizzato non devono portare addosso alcun oggetto metallico; essi saranno possibilmente vestiti di nero; si pone il soggetto tra il sole e il radioestesista; gli esami saranno praticati di preferenza tra le 9 e le 17, evitando però il mezzogiorno.
Le nozioni base sono: oscilla in senso orario o da destra a sinistra per il si e in senso antiorario o davanti a dietro per il no.

Campi di applicazione
Esistono molte, anzi direi infinite, possibilità di ricerca applicabile alla vita quotidiana propria e delle altre persone.
Infatti la radioestesia ha proprio questo di particolare: si può dare una risposta utile a qualsiasi tipo di questione pratica.
Le varie applicazioni della radioestesia sono:
– Psicologico: orientamenti sulle attitudini scolastiche e professionali
– Ambientale: ricerca sul territorio per reperire giacimenti minerari, falde acquifere, rovine e resti archeologici
– Energetico dei luoghi: ricerca per abitazioni, viaggi, soggiorni ottimali
– Agricolo: per individuare i concimi più adatti a un determinato terreno, le coltivazioni migliori
– Finanziario: sulle quotazioni di borsa, sugli investimenti migliori
– Sportivo: indicazioni sulle attività sportive più adatte e quindi migliori per il fisico
– Acquisti: per individuare i prodotti e le marche migliori, l’affidabilità delle merci
– Arte: indagini sull’autenticità delle opere
– Meteorologia: previsioni del tempo nell’arco di 48 ore
– Ricerca di persone, animali e oggetti scomparsi (campo che prevede un approfondimento)
I campi dove attualmente si esercita la radioestesia con maggior successo nonchè i più studiati dalla comunità scientifica alternativa sono la medicina e la geobiologia.
Si possono effettuare diagnosi anche sulle medicine e sul cibo.

Manutenzione
E’ importante tenere pulito lo strumento con un particolare cerchio radionico.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...